Categorie

Rifasamento: in vigore le nuove regole

Il 28 dicembre è stata pubblicata dall’AEEG, Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, la Delibera 654/2015/R/eel. La delibera, in generale, approva la regolazione tariffaria dei servizi di trasmissione, distribuzione e misura dell’energia elettrica per il periodo di regolazione 2016-2023 ed in particolare:

- il Testo integrato delle disposizioni per l’erogazione dei servizi di trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica – disposizioni per il periodo 2016-2019 (TIT);
- il Testo integrato delle disposizioni per l’erogazione dei servizi di trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica – disposizioni per il periodo 2016-2019 (TIME);
- il Testo integrato delle condizioni economiche per l’erogazione del servizio di connessione – disposizioni per il periodo 2016-2019 (TIC)

Con il nuovo provvedimento l’Authority ha attuato senza particolari modifiche quanto previsto dalla delibera 180/2013/R/eel, di cui abbiamo parlato lo scorso anno su NT24 (QUI). Dal primo gennaio sono quindi in vigore le nuove regole e il nuovo Corrispettivo Tariffario Specifico (CTS) sul rifasamento per tutti gli utenti MT e gli utenti BT non domestici con potenza disponibile maggiore di 16,5 kW.

Abbiamo preparato una piccola pubblicazione in .pdf in materia: “cosfì: in vigore le nuove regole“, inoltre nel bookshop il volume sul rifasamento è stato aggiornato: “Il rifasamento degli impianti elettrici ed.2016“.

Per approfondire:
Delibera 23 dicembre 2015 654/2015/R/eel
Allegato A Nuovo TITTabelle allegate
Allegato B Nuovo TIMETabelle allegate
Allegato C Nuovo TIC
Allegato D

Per rispondere ai quesiti giunti in redazione, pur non essendo citato nel corpo della Delibera 654/2015/R/eel, le tabelle allegate al nuovo TIT ( Testo integrato delle disposizioni per l’erogazione dei servizi di trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica – disposizioni per il periodo 2016-2019 pubblicato come allegato A alla Delibera) confermano il CTS sotto cosfì 0,95.

Comments ( 2 )

  • marco

    Tanto scalpore per poi ridurre sensibilmente le penali per basso cosfi !
    stavolta il normatore ha fatto una bella frittata

  • Lucia

    Hanno però inserito nuove disposizioni, che non erano presenti nella delibera in vigore fino al 2015:
    - ll fattore di potenza «istantaneo» in corrispondenza del massimo carico nelle fasce orarie F1 e F2 deve essere almeno pari a 0,9. Tale valore è da intendersi come valore medio nel quarto d’ora di massimo carico.
    - Il fattore di potenza medio mensile deve essere almeno pari a 0,7.
    - Non è consentita l’immissione in rete di potenza reattiva.

Leave a Comment

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>