Categorie

QUESITO TECNICO
Requisiti professionali maturati all’estero e decreto 37/08

~DLavoro come elettricista da diversi anni in Svizzera, quasi 14 anni con una parentesi in Italia di 4 anni, e volevo sapere, sé volessi tornare in Italia a lavorare e aprire ditta se fossi in regola con l’esperienza acquisita? Oppure dovrei seguire dei corsi di aggiornamento? E a chi mi dovrei rivolgere?

Loris Menaglio via form

~RSe lei è cittadino italiano, con riferimento alla sua citata esperienza di 4 anni, può richiedere alla locale Camera di commercio il riconoscimento dei requisiti tecnico professionali secondo l’art. 4 del decreto 37/08 di cui riportiamo il testo.

Art. 4. Requisiti tecnico-professionali
1. I requisiti tecnico-professionali sono, in alternativa, uno dei seguenti:
a) diploma di laurea in materia tecnica specifica conseguito presso una universita’ statale o legalmente riconosciuta;

b) diploma o qualifica conseguita al termine di scuola secondaria del secondo ciclo con specializzazione relativa al settore delle attivita’ di cui all’articolo 1, presso un istituto statale o legalmente riconosciuto, seguiti da un periodo di inserimento, di almeno due anni continuativi, alle dirette dipendenze di una impresa del settore. Il periodo di inserimento per le attivita’ di cui all’articolo 1, comma 2, lettera d) e’ di un anno;

c) titolo o attestato conseguito ai sensi della legislazione vigente in materia di formazione professionale, previo un periodo di inserimento, di almeno quattro anni consecutivi, alle dirette dipendenze di una impresa del settore. Il periodo di inserimento per le attivita’ di cui all’articolo 1, comma 2, lettera d) e’ di due anni;

d) prestazione lavorativa svolta, alle dirette dipendenze di una impresa abilitata nel ramo di attivita’ cui si riferisce la prestazione dell’operaio installatore per un periodo non inferiore a tre anni, escluso quello computato ai fini dell’apprendistato e quello svolto come operaio qualificato, in qualita’ di operaio installatore con qualifica di specializzato nelle attivita’ di installazione, di trasformazione, di ampliamento e di manutenzione degli impianti di cui all’articolo 1.

2. I periodi di inserimento di cui alle lettere b) e c) e le prestazioni lavorative di cui alla lettera d) del comma 1 possono svolgersi anche in forma di collaborazione tecnica continuativa nell’ambito dell’impresa da parte del titolare, dei soci e dei collaboratori familiari. Si considerano, altresi’, in possesso dei requisiti tecnico-professionali ai sensi dell’articolo 4 il titolare dell’impresa, i soci ed i collaboratori familiari che hanno svolto attivita’ di collaborazione tecnica continuativa nell’ambito di imprese abilitate del settore per un periodo non inferiore a sei anni. Per le attivita’ di cui alla lettera d) dell’articolo 1, comma 2, tale periodo non puo’ essere inferiore a quattro anni.

Per il riconoscimento delle qualifiche professionali ottenute all’estero può sempre contattare le Camere di commercio oppure il seguente riferimento:

Presidenza del Consiglio dei Ministri
Dipartimento Politiche Europee
Ufficio per la cittadinanza europea, il mercato interno e gli affari generali
Largo Chigi 19
00187 ROMA
centroassistenzaqualifiche@politicheeuropee.it
Website: http://www.politicheeuropee.it/attivita/58/punti-nazionali-di-contatto
Tel: + 39 06 67795210, + 39 06 67795322

e consultare la seguente pubblicazione:
Guida per l’utente – Direttiva 2005/36/CE – Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali

Reperibile al seguente URL:

http://ec.europa.eu/DocsRoom/documents/15032?local

Leave a Comment

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>