Categorie

QUESITO TECNICO
Cavi CPR “solari”

~DPer un impianto fotovoltaico su edificio è possibile ancora indicare in progetto ed installare il cavo FG21M21 sul lato in continua? Se no, ci sono casi di deroga, (ad esempio titolo edilizio precedente a l 1° luglio 2017)?

Giulio

~RSe i cavi sono posati esclusivamente all’esterno dell’edificio possono non essere CPR. Qualora siano incorporati in modo permanente nell’edificio devono essere del tipo CPR. Per questi ultimi si applica quanto indicato dal D.Lgs. 106/17 e dalla Norme CEI 64-8 Variante 4.

Comments ( 2 )

  • Non cambia molto reperire i cavi H1Z2Z2-K (CPR) invece degli FG21M21 (non CPR).
    Se non hai residui di magazzino, ti consiglio di acquistare i cavi CPR ;)

    Alessio Piamonti

  • Michele Guerra Figueroa

    Altrimenti si potrebbe predisporre un armadio stradale dove ubicare l’inverter (consiglio di verificare le caratteristiche dello stesso, magari richiedere circuiti tropicalizzati e per “temperature estese”) ed entrare nell’edificio con i cavi lato corrente alternata. (FG16OR16 o FG16OM16 a seconda dello specifico ambiente.)
    Rimanderei quindi ad un ulteriore quesito:
    In tutti quegli ambienti dove è richiesta una classe Cca (Alberghi, centri commerciali, bar, ristoranti, uffici con più di 300 persone presenti, alberghi, scuole, palestre, centri sportivi… ecc ecc..) il cavo H1Z2Z2-K che è certificato Eca non dovrebbe possedere le caratteristiche idonee di resistenza al fuoco per essere posato in modo permanente all’interno dell’edificio… quindi mi viene da dire che l’inverter vada ubicato un locale “cabina” in cui sia sufficiente la classe Eca volendo utilizzare quel cavo…

Leave a Comment

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>