Categorie

QUESITO TECNICO
Il “tirante” nei locali da bagno

~DIl tirante alimentato con circuito SELV situato nella zona 1 di una doccia deve essere IPX4? Se sì, se ne trovano in commercio?

Simone

~RPremesso che l’installazione del tirante per la doccia o il bagno non è richiesto in generale dalle Norme tecniche, ma solo per i bagni “visitabili”, ai sensi del decreto 14 giugno 1989 n. 236, l’art. 4.1.6 prevede un campanello di emergenza posto in prossimità della tazza e della vasca, mentre se ne indica l’installazione nella Specifica Tecnica CEI 64-21 “Ambienti residenziali: impianti adeguati all’utilizzo da parte di persone con disabilità o specifica necessità” la cui applicazione è frutto di accordo tra il Committente e l’installatore; ovvero qualora richiesti da particolari specifiche tecniche nel merito delle dotazioni per le stanze di albergo.

Ai sensi dell’art. 701.53 della Sezione 701 “Locali contenenti bagni o docce” della Norma CEI 64-8/7 nella zona 1 non devono essere installati dispositivi di protezione, di sezionamento e di comando, con l’eccezione di interruttori di circuiti SELV alimentati a tensione non superiore a 12 V in c.a. o a 30 V in c.c. e con la sorgente di sicurezza installata al di fuori delle zone 0,1 e 2.

Il grado di protezione dei componenti elettrici nella zona 1 deve essere IPX4. Non ci risultano in commercio pulsanti a tirante con grado IPX4. Può rivolgersi per le verifiche del caso alle principali aziende produttrici di componentistica elettrica.

Leave a Comment

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>